Mozione per alleviare il danno patito dalle aziende agricole insediate nei territori percorsi dagli incendi nelle giornat del 1, 2 e 5 luglio 2016

Sono giorni drammatici per la Sardegna. Ieri ho presentato, insieme ai miei colleghi la mozione “Misure urgenti per alleviare il danno patito dalle aziende agricole insediate nei territori percorsi dagli incendi nelle giornat del 1, 2 e 5 luglio 2016: attivazione di strumenti finanziari e buoni di acquisto di materie prime per l’alimentazione animale”.

Quanto occorso è terribile, la nostra terra è stata devastata. Sono stati distrutti oltre 8000 ettari di pascoli, terreni, intere aziende e piccole attività locali fra Borore, Dualchi, Birori, Bortigali, Sedilo, Goceano e nell’Alto Oristanese.

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

XV LEGISLATURA

MOZIONE: CONGIU Gianfranco – MANCA Piermario – DESINI Roberto – CHERCHI Augusto – BUSIA Anna Maria – UNALI Alessandro – COCCO Pietro – ZANCHETTA – GAIA – SOLINAS A. – LAI Eugenio – LOTTO Luigi – TENDAS Mario – MANCA Gavino – DERIU Roberto- – FORMA Daniela – SABATINI – PERRA Raimondo – LEDDA Gaetano – MORICONI – COZZOLINO L. – COMANDINI – PINNA Rossella – ANEDDA Fabrizio – USULA Emilio – ZEDDA PAOLO.

Misure urgenti per alleviare il danno patito dalle aziende agricole insediate nei territori percorsi dagli incendi nelle giornate del 1/2 e 5 luglio 2016: attivazione degli strumenti finanziari e dei buoni di acquisto di materie prime per l’alimentazione animale.
Con contestuale richiesta di convocazione straordinaria del Consiglio ai sensi dei commi 2 e 3 dell’articolo 54 del Regolamento.

***************

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO che nelle giornate del 1° , 2 e 5 luglio 2016 un incendio di proporzioni gigantesche ha distrutto oltre 8000 ettari di pascoli, terreni coltivati e sugherete arrecando un danno ambientale rilevantissimo ma sopratutto mettendo in ginocchio innumerevoli aziende agricole insediate nei territori di Borore, Dualchi, Birori, Bortigali, Sedilo, Goceano e alto oristanese;

CONSIDERATO che nelle more della effettuazione della stima dei danni, della verifica dei presupposti per il riconoscimento dello stato di calamità naturale, appare urgente e indilazionabile assicurare immediatamente una forma di aiuto straordinario alle aziende agricole insediate nei territori percorsi dall’incendio e che registrano la irrimediabile perdita del principale fattore produttivo.

RITENUTO che la Regione Autonoma della Sardegna, quale ente esponenziale della collettivtà nel cui territorio erano ubicati i beni andati distrutti, debba promuovere ogni utile iniziativa per alleviare le sofferenze di quanti coloro hanno subito le conseguenze di un così vile attentato;

CONSIDERATO che le prime e più impellenti esigenze da soddisfare riguardano l’approvvigionamento di mangimi, foraggio, acqua per il sostentamento del compendio zootecnico sopravvissuto;

RITENUTO che una simile emergenza possa essere validamente fronteggiata ricorrendo alla istituzione di voucher individuali per acquisto di foraggio e mangimi in favore degli imprenditori agricoli danneggiati da liquidare mediante procedure di autocertificazione del danno per il tramite dei sindaci competenti per territorio.

Tutto ciò premesso e considerato
il Consiglio Regionale impegna il Presidente della Regione e la Giunta regionale ad attivare immediatamente tutti gli strumenti finanziari atti a far ripartire il comparto e, nell’immediato, un sistema di buoni regionali di acquisto di materie prime (foraggio, mangimi, acqua) ovvero qualunque altro strumento capace di fronteggiare l’emergenza dell’alimentazione animale sopravvissuta.

Cagliari, 05 luglio 2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *